Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Indirizzo musicale

indirizzo_musicale

 

 

Presso il nostro Istituto Comprensivo, nella Scuola secondaria di I grado, è in funzione il corso ad indirizzo musicale, nato dall’esigenza di offrire agli alunni la possibilità di accostarsi alla cultura e alla tecnica musicale, non solo dal punto di vista teorico ma anche e soprattutto da quello pratico, attraverso lo studio triennale di uno strumento musicale.

Gli alunni che desiderano frequentare il corso ad indirizzo musicale, all’atto dell’iscrizione, devono farne richiesta (indicandolo nel modulo di iscrizione alla classe prima della Scuola secondaria di I grado) e sostenere una prova attitudinale.

 

 

 

 

 

 

Gli strumenti

Attualmente gli strumenti in organico sono quattro:

CLARINETTO
SASSOFONO
PIANOFORTE
TROMBA 

 

 

 

orchestraLa frequenza

La frequenza è completamente gratuita e lo strumento musicale è una disciplina curricolare a tutti gli effetti, come tutte le altre (italiano, storia, geografia, matematica ecc.), con valutazione quadrimestrale che compare, insieme a quella delle altre discipline, sui documenti di valutazione ministeriali, con specifica prova in sede di Esame di Licenza Media.

Gli insegnanti di strumento musicale fanno parte stabilmente della dotazione organica dell’Istituto.
E’ preferibile che ogni alunno iscritto al corso di Strumento Musicale abbia il proprio strumento a casa per esercitarsi, questo è l’unico vero costo che comporta questa materia. La scuola offre una professionale strumentazione musicale e mette a disposizione degli studenti due strumenti per classe (tromba, sax, clarinetto) e tastiere per la classe di pianoforte. Alla fine dei tre anni, l’allievo che volesse continuare gli studi musicali potrà iscriversi al Liceo musicale o ai corsi pre-accademici presso i Conservatori di musica.

 

Organizzazione oraria

Il corso prevede, in aggiunta alle 30 ore settimanali, 1 lezione di pratica strumentale, 1 lezione collettiva di teoria e solfeggio e di musica d’insieme. La collaborazione tra docenti di strumento e docenti di Educazione Musicale del mattino consente di curare maggiormente la formazione degli studenti portandola ai livelli richiesti dalle scuole secondarie (Liceo Musicale e Conservatorio).

 

 

 

 

La prova attitudinale

L’ammissione degli alunni richiedenti l’Indirizzo musicale si svolgerà nei giorni successivi alla chiusura delle iscrizioni, ed è subordinata al superamento di una prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola. La commissione sarà formata dagli stessi insegnanti di strumento musicale.

L’art. 2 del D.M. 6 agosto 1999 n.201 afferma infatti che: “Le classi in cui viene impartito l’insegnamento di strumento musicale sono formate secondo i criteri generali dettati per la formazione delle classi, previa apposita prova orientativo-attitudinale predisposta dalla scuola per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i corsi.”

Tale prova si articola in due parti; la prima finalizzata a verificare capacità quali: riconoscimento dell’altezza dei suoni, senso ritmico e capacità di intonazione, la seconda è costituita da un breve colloquio finalizzato a valutare la motivazione dell’allievo ad assumere l’impegno di studiare uno strumento e ad individuare tutti i fattori che permettono di valutare la sua predisposizione nei confronti dello stesso.

Per l’accesso alla prova non è richiesta alcuna conoscenza musicale obbligatoria pregressa.

 

Attività musicali

Durante il triennio si organizzano diverse iniziative di carattere musicale che vedono protagonisti gli alunni dell’indirizzo musicale:

  • Concerto di Natale;
  • Concerto della "Giornata della Memoria";
  • Concerto della "Liberazione";
  • Concerto e saggio di fine anno scolastico;
  • Partecipazione a rassegne e concorsi riservati agli alunni dell'Indirizzo Musicale;
  • Uscite didattiche di carattere musicale (Concerti, Musei, Mostre).

 

Orientamenti Formativi e Obiettivi di Apprendimento

L’insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale nel più ampio quadro delle finalità della secondaria di I grado e del progetto complessivo di formazione della persona, perseguendo obiettivi trasversali di assoluto valore formativo, come l’autostima, l’autocontrollo, lo sviluppo dei processi logici, la socializzazione, il rispetto degli altri e delle loro diversità, la conoscenza del sé.

Esso concorre alla più consapevole appropriazione del linguaggio musicale, di cui fornisce all’alunno una piena conoscenza, integrando i suoi aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali che insieme costituiscono la complessiva valenza dell’educazione musicale; orienta quindi le finalità di quest’ultima anche in funzione di un più adeguato apporto alle specifiche finalità dell’insegnamento strumentale stesso. Sviluppare l’insegnamento musicale significa fornire agli alunni, destinati a crescere in un mondo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di comunicazione, spesso soltanto subita, una maggiore capacità di lettura attiva e critica del reale, una ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva, di sé.

Obiettivo del corso triennale, quindi, una volta fornita una completa e consapevole alfabetizzazione musicale, è porre alcuni traguardi essenziali che dovranno essere da tutti raggiunti. Il rispetto delle finalità generali di carattere orientativo della scuola media non esclude la valorizzazione delle eccellenze.

Gli orientamenti formativi, gli obiettivi di apprendimento, i contenuti fondamentali, le competenze e criteri di valutazione, le metodologie e le indicazioni programmatiche dello studio dello strumento musicale nella scuola media, sono stabiliti dal Decreto Ministeriale 6 agosto 1999, n. 201, dichiarato compatibile con la riforma e con il quale si è ricondotto ad Ordinamento questo insegnamento e si è istituita la classe di concorso “Strumento musicale nella scuola secondaria di I grado” (A077).

 

Obiettivi specifici

Alla fine del triennio gli allievi dovranno aver acquisito una padronanza tecnica di base specifica per ogni strumento e saper eseguire con consapevolezza brani solistici e d’insieme appartenenti a diversi generi, epoche, stili, di difficoltà tecnica adeguata al percorso compiuto.

 

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.